CLAMOROSO, WRC Portogallo: Hirvonen, addio vittoria

45

Irregolarità sulla frizione della Citroen del finlandese. Vince Ostberg. Solberg secondo nell’assoluta

Incredibile il rally del Portogallo del 2012! Uno dopo l’altro i colpi di scena hanno dominato quest’edizione del rally. Prima l’uscita del campione del mondo Loeb, poi l’uscita delle due Ford, poi il pazzesco recupero di Solberg. Ma anche a rally concluso, non mancano le sorprese, belle per qualcuno, infelici per altri. Questa volta la “sfortuna” si è abbattuta su Mikko Hirvonen. Il finlandese, contentissimo per aver vinto il suo primo rally con la Citroen, si è visto cancellare la vittoria dopo poche ore dal podio.

La motivazione? “La vettura montava una frizione non omologata ed un componente sovradimensionato nella turbina.

Ne approfitta alla grande Mads Ostberg che coglie addirittura in questo modo la sua prima vittoria nel mondiale rally.

Ma è “grande festa” anche in casa Ford, che si vede improvvisamente ben tre macchine nelle prime posizioni, completando una bella tripletta! Infatti dietro a Ostberg (Ford Fiesta RS WRC) ci sono altri due piloti della casa con l’ovale blu: Evgeny Novikov (Ford Fiesta RS WRC non ufficiale) e Petter Solberg (Ford Fiesta RS WRC ufficiale) rispettivamente secondo e terzo.

Bel colpo anche per Sebastien Loeb, che in questo modo può “riprendersi” la prima posizione nell’assoluta, a soli 4 punti da Petter Solberg! Ci si aspetta quindi una bella bagarre nelle prossime gare tra i due piloti, che diventa ancora più bella se pensiamo che corrono con due vetture “completamente diverse”.

Classifica WRC ufficiale (al 02/04/2012); Fonte: wrc.com

Ovviamente non sono mancate le polemiche in casa Citroen. I francesi hanno infatti deciso di appellarsi contro la squalifica di Mikko Hirvonen.

Queste le parole del responsabile tecnico Citroen, Xavier Mastelan-Pinon:

“I commissari hanno ravvisato alcune differenze tra i foglio d’omologazione e due componenti: la frizione e la turbina. Per quanto riguarda la frizione, non da alcun vantaggio in termini di prestazioni. Anzi, è più pesante di quella omologata. Il discorso del turbo è leggermente diverso: si tratta di una parte standard delle WRC, e devo ammettere che effettivamente la girante della turbina era di dimensione superiore a quanto concesso, ma si è trattato di un problema di dilatazione termica”.

Questa invece la dichiarazione del team principal Yves Matton:

“Non avevamo alcuna intenzione di barare e la decisione mi pare decisamente sproporzionata. Detto che queste differenze non ci hanno portato alcun vantaggio, abbiamo deciso di presentare appello”.

Franz

Author

Franz

Fondatore e amministratore di Periodic. Scrivo di rally, tecnologia, cronaca ed economia.

Up Next

Related Posts