Borse in rosso. Milano chiude perdendo 3.4 punti percentuali

64

Pesano Grecia e crisi Iran. Male tutte le maggiori piazze europee.

BORSE. Caduta libera dei listini europei. Il FTSE MIB lascia sul terreno il 3,39%. Monte dei Paschi ha ceduto il 6,44%, Bpm il 5,92%, Mediobanca il 5,63%, Unicredit il 5,18%. Male anche Intesa SanPaolo, che ha perso il 4,93% finale. Fiat (-6%) è stata la peggiore degli industriali. Solo Lottomatica (-0,15%) ha limitato i danni. L’accordo sul debito Premafin ha abbattuto le quotazioni di Fonsai (-9,7%).
Male anche Parigi (-3.58) e Francoforte (-3.40).

GRECIA. Il piano swap del debito proposto da Atene può essere accettato dai creditori privati fino all’8 marzo.  L’adesione attesa è molto alta ma il governo ellenico ha minacciato di varare provvedimenti per costringere anche i creditori contrari ad aderire alla ristrutturazione.  C’è quindi il timore che non venga raggiunta una soglia soddisfacente di consensi.

ISRAELE.  Ai timori per l’economia si agginguno si aggiungono le preoccupazioni sulle crescenti tensioni geopolitiche tra Israele e Iran, sul controverso programma nucleare di Teheran.

EURO. Per quanto riguarda i cambi, l’euro viaggia a 1,3117 contro l’ 1,323 di ieri. La moneta unica continua, dunque, a perdere quota.

SPREAD. In forte rialzo rispetto ai giorni scorsi, sfiora i 328 punti base.

Fonte: Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/4NpoN
Franz

Author

Franz

Fondatore e amministratore di Periodic. Scrivo di rally, tecnologia, cronaca ed economia.

Up Next

Related Posts