Annullato il 9° Rally dell’Ossola: ‘meteo avverso’ o c’è di più?

101

Il 9° Rally dell’Ossola è stato annullato. Ma ci sono diversi dubbi sulla causa. Legambiente in mezzo?

Queste le ‘spiegazioni’ dell’organizzatore: Letti gli articoli apparsi sulla stampa locale negli ultimi giorni, nella mia qualità di organizzatore della gara “IX Rally dell’Ossola”, tengo a precisare quanto segue. Il Rally è stato regolarmente iscritto nel calendario CSAI  2012, con lo stesso percorso della precedente edizione. Il Regolamento di gara è stato approvato dalla CSAI il 20/2/2012 con numero RM/14/2/2012. I Sindaci dei Comuni interessati dal percorso hanno dato in tempo utile il Nulla Osta alla manifestazione. Il Ministero dei trasporti ha trasmesso a sua volta anche ala Provincia il Nulla Osta all’effettuazione della gara. Ciononostante,  il Dirigente del settore viabilità della Provincia Verbano Cusio Ossola ha ritenuto aprioristicamente di negare l’autorizzazione alla manifestazione in oggetto sulla base di generiche motivazioni legate alle condizioni atmosferiche “avverse” e al “rischio sicurezza” e di non effettuare, quindi il necessario collaudo tecnico del percorso. In proposito, alla luce della normativa vigente mi limito a puntualizzare che l’Amministrazione Provinciale si è nel caso di specie arrogata un potere di diniego alla manifestazione che i regolamenti e le circolari applicabili non le riconoscono, procurando gravi e irreparabili pregiudizi all’organizzatore. Il diniego al collaudo tecnico da parte della Provincia ha di fatto impedito la verifica della eventuale fondatezza delle eccezioni sollevate dall’Amministrazione stessa, eccezioni che si rivelano quindi prive di fondamento, in quanto immotivate, e del tutto in contrasto con le procedure di cui all’art. 9 Nuovo Codice della Strada. E’ evidente che saranno vagliate tutte le più opportune azioni per il ristoro dei gravi danni subiti dall’Organizzatrice dell’evento, PSA.

Dunque, riassumendo, l’organizzatore spiega che le cause sembrerebbero essere state le condizioni meteo avverse e il conseguente rischio sicurezza (sottolineando che sono “generiche motivazioni”).

Questo, invece, il commento di Legambiente: Con viva soddisfazione applaudiamo alla mancata autorizzazione da parte della Provincia VCO al Rally Ossola. Non ci piacciono i divertimenti sguaiati, rumorosi, inquinanti. Li riteniamo poco adatti all’ambiente e a questo territorio, di trama così delicata, su cui lasciano come un segno indelebile, anche a evento concluso. E un segno indelebile rimane, a mio avviso, anche nella mente di chi si abitua, per il divertimento, a eventi che forniscano dosi adrenaliniche sempre crescenti, cui in seguito non riesce più a sopperire con l’emozione del pensiero, dello spettacolo, dell’arte, della buona compagnia. Si aggiunga il pericolo per le vite umane di conduttori e spettatori, di cui un’Amministrazione si deve prioritariamente preoccupare

Insomma, noi qualche dubbio ce l’abbiamo…che Legambiente ci abbia messo lo zampino veramente? Questo non lo sappiamo, e comunque siamo scettici. Sennò ne allunerebbero molti altri di rally. Speriamo, quindi, che sia un caso limitato e raro. Perchè i rally sono, a nostro avviso, uno dei pochi sport rimasti puliti come un tempo. E che regalano emozioni…non come un tempo, ma sempre belle emozioni sono.

Franz

Author

Franz

Fondatore e amministratore di Periodic. Scrivo di rally, tecnologia, cronaca ed economia.

Up Next

Related Posts